Cos’è la TRM Medical?

Dopo svariati anni di ricerca in prestigiosi istituti e università, la compagnia tedesca ha sviluppato con successo dei sistemi terapeutici per l’applicazione della terapia a risonanza magnetica nucleare e diciassette anni fa ha brevettato la TRM Medical. Da un punto di vista tecnologico, quindi, la TRM Medical sfrutta lo stesso fenomeno fisico alla base della risonanza magnetica. L’intensità del flusso magnetico della TRM Medical va da 0.4 a 2.35 millitesla e da 17 a 100 kilohertz di frequenza. L’intensità del flusso magnetico varia a seconda del programma del trattamento. Sono disponibili diversi programmi terapeutici nel trattamento di osteoartrite, osteoporosi o infortuni sportivi. La TRM Medical procede a una stimolazione selettiva delle cellule, perciò il programma usato per trattare l’osteoartrite attiva i condrociti con una conseguente stimolazione della rigenerazione cartilaginea, mentre il programma specifico per l’osteoporosi stimola gli osteoblasti e prevede come risultato un aumento della formazione dell’osso.

Principi di base della risonanza magnetica

La risonanza magnetica si basa sul fatto che un protone di idrogeno ruota attorno al proprio asse, creando così energia elettromagnetica. Le cellule, per funzionare, hanno bisogno proprio di questa energia. Gli ioni idrogeno fanno parte di una molecola d’acqua, che costituisce circa il 70% della massa totale del corpo umano. In sostanza, tutti i tessuti contengono molecole d’acqua. Questo è importante, perché l’energia di cui hanno bisogno le cellule è “leggera”, di intensità ridotta, e deve essere prodotta attorno alle cellule stesse, nel tessuto, perché esse possano assorbire questa energia. Lo fanno in modo selettivo, cioè gli osteoblasti assorbono un tipo di energia diversa rispetto a quella dei condrociti o di altre linee cellulari. L’energia, la sua intensità e la frequenza dipendono dalla rotazione del protone, perciò l’energia prodotta dagli ioni idrogeno varia se si interviene sulla rotazione. Dall’energia elettromagnetica proveniente dal dispositivo grazie al fenomeno della risonanza, è possibile modificare la rotazione del protone in modo selettivo e produrre così l’energia specifica necessaria per determinate cellule. Potremmo dire che la TRM Medical è in grado di “nutrire” certe cellule con dell’energia, sollecitandole in questo modo a produrre più collagene di quello che producono di solito; allo stesso modo sollecitando i condrociti a produrre cartilagine e gli osteoblasti a produrre osteoide.

Questa è la base dell’effetto rigenerativo della TRM Medical, che fa una grande differenza rispetto alla magnetoterapia convenzionale (PEMF) o ad altre terapie che non hanno effetti selettivi sulle cellule. 

Numerosi studi scientifici e clinici condotti su colture cellulari, modelli animali e modelli umani confermano che la TRM Medical attiva i condrociti, gli osteoblasti e i fibroblasti, con un conseguente effetto rigenerativo sulla formazione di cartilagine e osso; il risultato è un sensibile miglioramento delle condizioni cliniche di pazienti affetti da osteoartrite e osteoporosi (6-15). Nei casi di osteoartrite, il miglioramento generale dopo un solo ciclo di TRM Medical di 5 o 7 giorni spazia dal 60% fino all’80%, e la riduzione del dolore sale fino al 50% del valore iniziale. È stato dimostrato che tutti questi miglioramenti raggiungono il massimo del risultato tra 8 settimane e 6 mesi dopo la terapia, e durano per un periodo da 1 a 3 anni. Un ulteriore vantaggio della TRM Medical è l’assenza di effetti collaterali e di qualsiasi tipo di rischio. Sussistono solo alcune controindicazioni. La TRM Medical può essere usata come unica terapia o in combinazione con altri trattamenti medici, terapie di riduzione del dolore o chirurgia in caso di osteoartrite, osteoporosi, danni gravi e cronici a tendini e muscoli, lesioni gravi e croniche ai legamenti o ernia del disco. Può portare benefici in caso di necrosi avascolare dell’anca, osteodistrofia renale, spondilite anchilosante e artrite reumatoide.

SCARICA GLI STUDI SCIENTIFICI

Ne sono stati realizzati e pubblicati più di 100!

PATOLOGIE

DOPO AVER CONSULTATO IL MEDICO, TRM Medical PUÒ ESSERE INDICATO PER LE SEGUENTI PATOLOGIE:

Artrosi silente

  • distensione e rigidità del giunto
  • quando il dolore è meteopatico
  • dolore alla messa in movimento, poi permanente.
  • frizione continua
  • gonfiore e deformità articolari • mobilità ristretta

L’artrosi avanzata

  • Infiammazione acuta
  • Dolori articolari forti (anche al riposo)
  • Gonfiore delle articolazioni
  • Rossore e calore delle articolazioni
  • Mobilità limitata e ridotta
  • Tensione muscolare
  • Aumento della deformazione dell’articolazione
  • Perdita funzionale dell’articolazione

T.R.M. Medical –Terapia Risonanza Magnetica

OSTEOPOROSI

L’osteoporosi è una malattia asintomatica che si sviluppa durante la vita, all’inizio senza sintomi apparenti. Non vi è alcun segno premonitore. La quantità di osso disponibile per il supporto meccanico dello scheletro alla fine cade al di sotto della soglia di frattura e il paziente può andare incontro a una frattura senza o con un minimo trauma. La diagnosi è spesso osteoporosi di 2 ° grado (osteoporosi manifesta)

Osteoporosi–Malattia molto diffusa

L’osteoporosi (fragilità delle ossa) è una malattia nella quale diminuisce la densità ossea. Le più esposte sono soprattutto le donne in post menopausa, ma lo stesso possono soffrirne anche gli uomini infatti, affligge una donna su tre e un uomo su quattro. Eppure è ancora una malattia poco considerata (anche dai medici) e spesso non se ne tiene conto finché non sopraggiunge la frattura.

Nell’osteoporosi, la quota netta di riassorbimento osseo supera quella di formazione e ciò dà luogo a una diminuzione della massa ossea senza un difetto nella mineralizzazione ossea. In tal modo il rischio di fratture ossee aumenta e diminuisce la stabilità, questo provoca anche la diminuzione dello scheletro.

I sintomi dell‘ Osteoporosi sono:

  • Il mal di schiena (acuto e cronico)
  • Le deformità ossee
  • Dolore osseo
  • L’aumento della tendenza a fratture ossee senza causa apparente (frattura spontanea)
  • Altezza ridotta
  • La formazione di un bozzo (la “gobba della vedova”)
  • Perdita di mobilità

Come l’osso regredisce senza provocare fratture o altri sintomi, l’osteoporosi è una malattia solitamente “silenziosa” senza sintomi noti. In questa fase, la diagnosi della malattia è possibile solo con specifici metodi di misurazione.

L’IRM è un apparecchio per terapie a sistema aperto modificato chiamato: terapia per Risonanza Magnetica. I pazienti possono utilizzare questa stessa tecnologia in esclusiva mondiale.

Questa nuova tecnologia permette di alleviare il dolore naturalmente e rigenerare la cartilagine. In questo metodo “dolce” la diagnosi del medico curante è molto importante, lui solo può giudicare se il trattamento può essere utilizzato dal paziente e avrà successo.

T.R.M. Médical agisce in maniera indolore e non invasiva. Nei pazienti trattati con successo si osserva:

Una riduzione significativa del dolore fino ad una ritrovata libertà totale.

Un miglioramento considerevole della mobilità della zona colpita.
La terapia è considerata senza effetti collaterali e indolore.

COME SI VERIFICA LA DEGENERAZIONE DELLA CARTILAGINE TRA I DISCHI INTERVERTEBRALI?

La cartilagine sana si rinnova da sola costantemente per compensare i danni agli anelli di cui è composto il suo tessuto. Questa capacità di autorigenerazione può venire compromessa in caso, ad esempio, di un metabolismo cellulare alterato, che può portare ad un progressivo danneggiamento del tessuto cartilagineo (degenerazione).  Se un anello cartilagineo degenerato si rompe, la materia penetra nel canale spinale e comprime i nervi. L’ernia del disco (prolasso del disco) colpisce ogni anno solo in Germania circa un milione di persone.

Modalità di trattamento classiche

Molte terapie hanno come scopo principale il sollievo dal dolore.
Vengono perciò somministrati, tramite siringhe o infusioni, antidolorifici, farmaci antinfiammatori o preparati per il rilassamento muscolare. La combinazione con la fisioterapia è volta a irrobustire i muscoli circostanti. La degenerazione dei dischi intervertebrali, però, continua in questo modo a progredire, e il rischio è di andare incontro ad una cronicizzazione del dolore. Anche le operazioni non sempre possono rimediare al problema.

LA TERAPIA MBST SIGNIFICA: NIENTE FARMACI • NIENTE INIEZIONI • NIENTE OPERAZIONI

La MBST-Terapia, non chirurgica, ha un approccio totalmente diverso e, oltre a dare un sollievo duraturo dal dolore, si concentra sulla rigenerazione delle cellule del tessuto danneggiato della colonna vertebrale e dei dischi intervertebrali. Si dice spesso che la cartilagine non può essere rigenerata, ma già nel 1998 uno studio condotto dall’Università tedesca dello Sport di Colonia e della Clinica Universitaria Großhadern di Monaco di Baviera ha dimostrato che la terapia a risonanza magnetica MBST attuata sulla cartilagine ha condotto ad un positivo aggiustamento della cartilagine analizzata in vivo, in termini di spessore, volume e area. Questo risultato è stato ottenuto attivando cellule cartilaginee intatte o parzialmente funzionanti.

La terapia MBST funziona in modo totalmente diverso e punta ad ottenere tassi di crescita nelle strutture cartilaginee, quindi a rigenerare e rinforzare gli anelli cartilaginei dei dischi intervertebrali e delle vertebre. Dopo il trattamento, sono evidenti i processi di rigenerazione delle strutture cartilaginee, in linea con le informazioni fornite da pazienti che riscontrano un rapido calo del dolore. La terapia MBST permette in questo modo un trattamento diretto all’origine del problema, non complesso, senza effetti collaterali e permanente – dimostrato scientificamente e con un alto indice terapeutico. Finora più di 270.000 pazienti sono stati sottoposti alla terapia con successo. 

LA TERAPIA TRM Medical E IL DOLORE

Dati ottenuti da studi scientifici dimostrano che in più dell‘80% dei pazienti il dolore si è ridotto già dopo 3-5 sedute di terapia. La valutazione soggettiva del dolore ha indicato, subito dopo la terapia e a 3 e 6 mesi dopo di essa, che il sensibile miglioramento perdura ancora dopo i 6 mesi.

Il principio di funzionamento: la terapia TRM Medical può attivare la riduzione del dolore

Il sistema di terapia a risonanza magnetica nucleare TRM Medical è stato progettato per consentire un trasferimento energetico mirato nei tessuti del corpo. L’obiettivo è ottenere un nuovo innesco dei meccanismi di riparazione del corpo o dei processi di rigenerazione.

La terapia TRM Medical si basa sul principio della risonanza magnetica nucleare, che prevede l’assorbimento di energia da parte del nucleo di idrogeno e il successivo rilascio graduale della stessa nel tessuto circostante.

Dati scientifici indicano che la terapia a risonanza magnetica nucleare TRM Medical stimola molti processi biofisici diversi e attiva sia effetti antinfiammatori che antidolorifici (Steinecker-Frohnwieser e altri, 2017). Inoltre, le valutazioni scientifiche rivelano anche un evidente sollievo dal dolore.

Così ad esempio, in un periodo di dieci anni sono stati raccolti i dati di più di 4.500 pazienti affetti da osteoartrite a un anno dalla terapia a risonanza magnetica. Le indicazioni erano gonartrosi, coxartrosi, spondiloartrosi e osteoartrite dell’articolazione superiore della caviglia. I dati danno conferma alle analisi in vivo e in vitro e dimostrano che la terapia a risonanza magnetica tratta con grande successo il dolore.

La terapia TRM Medical viene eseguita esclusivamente da utenti certificati TRM Medical dopo una diagnosi medica!

La durata della terapia è di cinque, sette o nove sessioni, a seconda delle indicazioni e della gravità delle condizioni del paziente.

Se la terapia TRM Medical può essere usata per trattare il dolore, può essere stabilito solo dal medico, che sarà in grado di stabilire anche se nel tuo caso la terapia può essere attuata in combinazione con altri approcci terapeutici.

TRATTAMENTI

Grazie a queste tecnologie ci serve solamente la richiesta di un medico per fare il trattamento: Secondo il problema produciamo una chip card, che contiene una cura / trattamento individuale (Artrosi dell’anca, osteoporosi… Si faranno dalle 7 alle 10 sessioni, possibilmente una al giorno e della durata di un’ora circa, per riattivare / iniziare la rigenerazione delle cellule indebolite / malate.

A seconda delle indicazioni abbiamo diversi apparecchi con TRM Medical system:

OPENSYSTEM 700 CON TRM Medical SYSTEM

Innovazione tecnologica per una nuova dimensione di trattamenti.

Ci sono 2 aparecchi secondo le esigenze causato da diversi parti del corpo.

Trattamento dell spina dorsale e gli parti legato al corpo centrale:

  • spalle
  • anca
  • spina dorsale

Alternativamente il sistema Open-System 350 per trattare gli arti inferiori e superiori.

Per i trattamenti forniamo chip cards specifici al trattamento.

  • Osteoarthritis in 5, 7 o 9 ore
  • Metabolismo dell’osso e fratture con 9 ore
TEinME-couch

OPENSYSTEM 350  CON TRM Medical SYSTEM

La Risonanza magnetica cellulare terapeutica (TRM Medical) è un nuovo metodo non-invasivo. La terapia viene eseguita solo dopo l’approvazione ed una diagnosi accurata del medico curante.

È comprovato che rigenera la cartilagine e stimola la formazione ossea – rallentando così lo sviluppo di osteoartrosi.

Per ricevere maggiori informazioni e risposte sull’efficacia della terapia, è possibile la consultazione con uno specialista

TEinMe-chair

MOBILE CON  TRM Medical SYSTEM

Progettato per lo stesso principio fisico dei sistemi di risonanza magnetica nella diagnostica medica. Il sistema di bobine è utilizzato ampiamente nell’applicatore per il trattamento di quasi tutte le articolazioni. Il sistema di terapia TRM Medical  MOBILE nucleare a risonanza magnetica è flessibile.

Per l’unità di controllo possono essere collegati fino a due applicatori per gestire contemporaneamente e comodamente entrambe le articolazioni. Il sistema di trattamento è utilizzato principalmente da medici specialisti e terapisti autorizzati dal 2006.

TEinMe-mobile

OSTEOSYSTEM CON  TRM Medical SYSTEM

L’osteoporosi (fragilità delle ossa) è una malattia nella quale diminuisce la densità ossea. Le più esposte sono soprattutto le donne in post menopausa, ma lo stesso possono soffrirne anche gli uomini infatti, affligge una donna su tre e un uomo su quattro. Eppure è ancora una malattia poco considerata (anche dai medici) e spesso non se ne tiene conto finché non sopraggiunge la frattura.

Nell’osteoporosi, la quota netta di riassorbimento osseo supera quella di formazione e ciò dà luogo a una diminuzione della massa ossea senza un difetto nella mineralizzazione ossea. In tal modo il rischio di fratture ossee aumenta e diminuisce la stabilità, questo provoca anche la diminuzione dello scheletro.

TEinMe-fullbody